Sandra Tenconi
Una storia vegetale.

Istituto Italiano di Cultura dei Paesi Bassi

nell’ambito della Prima Settimana della Cucina Italiana nel mondo

Keizersgracht 564, Amsterdam

Dal 21 novembre al 20 dicembre 2016

Lunedì-venerdì 10-18

A cura della Fondazione Sartirana Arte. Con un testo di Giorgio Forni.

Nature morte, carciofi, carote, funghi, cavolfiori, zucche ... Disegni a matita e a carboncino, pastelli, acquarelli, acrilici su tela. Una selezione di lavori scelti per l'occasione e parecchi lavori del 2016, fatti appositamente per questa mostra. Anche un orsetto che mangia la pizza.

Sì, una storia dedicata allo still life.

Una collezione di tele e disegni che Sandra Tenconi ha costruito ripescando chine, carboncini e vecchi lavori ad olio cui ha aggiunto acrilici recenti ed opere appositamente realizzate per questa mostra. Omaggio alla "natura da mangiare", con gli occhi prima e poi...in pentola o sul piatto.

Cavoli e pomodori, zucche e carciofi, carote e funghi. Frutta di ogni genere.

Omaggio contemporaneo ad una storia dell' Arte, (dio ci perdoni ), da Caravaggio a tutta la pittura fiamminga dei secoli d'oro, ad opere che tappezzano le pareti dei musei in tutto il mondo. Mancano le carni ed il pescato, la cacciagione..., che proporremo a Carmela Callea per la "settimana della cucina" 2017. Ci prenotiamo con una mostra singolare di Virgilio Forni, straordinario pittore "dilettante " (era ingegnere chimico ed agricoltore), ma apprezzato amico di Lucio Fontana e di altri artisti di vaglio.

Torniamo a Sandra, ai suoi lavori giocati dapprima sulla definizione poetica delle verdure e dei frutti del suo orto a Bosco, delle "zucche" (per cui è  famosa), dai convolvoli tormentati e quasi inquietanti.

Poi le immagini diventano quasi tridimensionali, spatolate con energia con i colori acrilici sulla tela delle opere più recenti. Soggetti che paiono pronti a saltare in padella motu proprio.

Non poteva mancare il vino, spremuta di uve italiane, nel grande fiasco del quadro più  datato.

Memoria per gli amici olandesi della terra e del sole d'Italia.

 

Giorgio Forni